Perché non lo facciamo per la strada?

Perché non lo facciamo per la strada?

by Blue Bottazzi
     
 
Perché non lo facciamo per la strada (decalogo del rock) racconta di quando il rock’n’roll era la colonna sonora e la cultura di una generazione di giovani, dai juke-box, i mangiadischi, i 45 giri dei Rokes, i riff di chitarra di Louie Louie, Wild Thing, Smoke On The Water e Cocaine, la vexata quaestio Beatles o Rolling Stones, le radio libere, Londra

Overview

Perché non lo facciamo per la strada (decalogo del rock) racconta di quando il rock’n’roll era la colonna sonora e la cultura di una generazione di giovani, dai juke-box, i mangiadischi, i 45 giri dei Rokes, i riff di chitarra di Louie Louie, Wild Thing, Smoke On The Water e Cocaine, la vexata quaestio Beatles o Rolling Stones, le radio libere, Londra, i mod e i rocker, i concerti, i negozi di dischi, i vinili, le etichette multicolori e le copertine che si aprivano dei long playing, le cassette C90, le riviste, le interviste, il cinema, i miti di Springsteen, Belushi e Willy DeVille, il punk, le groupie, le canzoni d’amore e quelle di sesso, in un lungo affascinante viaggio fino ai giorni nostri, nel racconto di Blue Bottazzi, il più giovane cronista del Mucchio Selvaggio, la più autorevole rivista nazionale di rock. La storia di una o due generazioni che non si sono ancora arrese. 31 capitoli ad alta gradazione rock, due extra e una quantità imprecisata di decaloghi. Blue Bottazzi nacque nel 1978 sulla copertina di Blue Valentine di Tom Waits, quando, dopo aver considerato di battezzarsi Valentine, decise per Blue, che è il singolare di blues. Giovane cronista nel Mucchio Selvaggio, la più autorevole rivista italiana di musica rock, si ritagliò un seguito con lunghi epici articoli su Springsteen, Tom Petty, DeVille, Graham Parker, Greg Kihn e altri. Pubblicò occasionalmente anche su altre riviste come Rockerilla, Feedback, Suono, Jam e inventò la fanzine Texas Tears che negli anni si è trasformata nel blog Beat. È l’autore di una corposa, ambiziosa e romanzata storia del Rock, intitolata Long Playing. Troppo stonato per poter diventare un musicista, anglofilo, motociclista vintage in giacca di pelle, vive a Woodstock Valtrebbia, si definisce cronista musicale e adora la musica rock e la musica jazz.

Product Details

ISBN-13:
9786050306125
Publisher:
Blue Bottazzi
Publication date:
05/30/2014
Sold by:
StreetLib SRL
Format:
NOOK Book
File size:
641 KB

Meet the Author

Customer Reviews

Average Review:

Write a Review

and post it to your social network

     

Most Helpful Customer Reviews

See all customer reviews >