Trame: A Contemporary Italian Reader

Paperback (Print)
Rent
Rent from BN.com
$11.70
(Save 75%)
Est. Return Date: 02/24/2015
Buy Used
Buy Used from BN.com
$31.02
(Save 34%)
Item is in good condition but packaging may have signs of shelf wear/aging or torn packaging.
Condition: Used – Good details
Used and New from Other Sellers
Used and New from Other Sellers
from $29.45
Usually ships in 1-2 business days
(Save 37%)
Other sellers (Paperback)
  • All (10) from $29.45   
  • New (4) from $30.85   
  • Used (6) from $29.45   

Overview

Trame: A Contemporary Italian Reader brings together short stories, poems, interviews, excerpts from movie scripts and novels, and other works by 33 renowned authors. The readings cover familiar themes—youth, family, immigration, politics, women’s voices, identity—from the fresh perspective of a new generation of Italian writers. By presenting a rich array of materials and many points of view, Trame highlights the cultural complexity of contemporary Italy.

Each text is accompanied by a diverse selection of activities and exercises that help students read authentic texts and build their language skills.  These include:

·      pre-reading activities that introduce important themes;

·      vocabulary lists with definitions in Italian;

·      writing exercises;

·      post-reading activities in discussion and analysis.

With its range of readings and exercises, Trame is designed to be easily adaptable to instructors’ different needs and class levels. It is ideally suited to high-intermediate and advanced Italian language and culture courses.

Read More Show Less

Editorial Reviews

Jonathan Druker
“I have really enjoyed teaching third-year Italian students with Trame: A Contemporary Italian Reader.  The short stories, passages from novels, films scripts, poems, and journalistic pieces anthologized here offer a wide array of themes and levels of linguistic sophistication.  The pre-reading activities are engaging, and the post-reading questions are really well done and provoke good discussions.  I expect to teach with Trame for years to come."—Jonathan Druker, Illinois State University
The NECTFL Review - Christopher D. Sams
"The use of the ACTFL standards in designing the reader was a welcome one…The choice of purely modern Italian readings fills a void. . ..[I]t would be well suited to courses in composition and grammar as well as in advanced conversation courses. In terms of using the reader as a standalone text, there is plenty of material for it to be used in that capacity with grammatical points being addressed by the instructor as they arise....One of the strongest features of Trame is the inclusion of the note culturali (“cultural notes”) which help students frame the text by including the context. It is clear that the editors took great care in the organization of the reader, the exercises, and their suggestions for pedagogical considerations.…The editors also choose an excellent variety of issues to address in terms of content and genre, e.g., short stories, interviews, and poems. Perhaps the strongest aspect of the text is the overall pedagogy of the presentation that allows for in-depth coverage, higher-order thinking skills, and opportunities for instructors to evaluate."—Christopher D. Sams, The NECTFL Review
Read More Show Less

Product Details

  • ISBN-13: 9780300124958
  • Publisher: Yale University Press
  • Publication date: 3/17/2009
  • Language: Italian
  • Edition description: New Edition
  • Pages: 272
  • Sales rank: 621,951
  • Product dimensions: 6.90 (w) x 9.90 (h) x 0.70 (d)

Meet the Author

Cristina Abbona-Sneider is lecturer and director of Italian Language Studies at Brown University. Antonello Borra is associate professor of Italian at University of Vermont. Cristina Pausini is lecturer at Wellesley College.

Read More Show Less

Read an Excerpt

Trame

A CONTEMPORARY ITALIAN READER

Yale University Press

Copyright © 2010 Yale University
All right reserved.

ISBN: 978-0-300-12495-8


Chapter One

Niccolò Ammaniti Io non ho paura

Chi è l'autore

Niccolò Ammaniti è nato a Roma nel 1966. È autore di racconti, di romanzi e di un libro a fumetti. Io non ho paura (2001), ambientato nella campagna di un non specificato meridione italiano nel 1978, è stato tradotto in ventiquattro paesi. Nel 2003 il regista Gabriele Salvatores ne ha tratto un film con la collaborazione dello stesso autore per la sceneggiatura. Nel 2007 Ammaniti ha vinto il Premio Strega per il romanzo Come Dio comanda.

Prepariamoci a leggere

1. Come passavi il tempo libero durante la tua infanzia? Quali erano i tuoi giochi preferiti?

2. Ti ricordi di un regalo speciale che hai ricevuto quando eri bambino/a?

3. Com'erano tuo padre e tua madre quando erano più giovani? Pensi che siano cambiati molto da allora?

4. Hai fratelli o sorelle? I vostri genitori vi trattavano nello stesso modo quando eravate piccoli?

5. I tuoi genitori erano severi o permissivi? Ti punivano spesso? Come?

6. Nel tuo paese, vengono fatte diverenze tra maschi e femmine nel modo di educare i bambini? Se sì, quali?

7.Secondo te, c'è diverenza tra crescere in città e crescere in campagna?

8. Prova a descrivere una famiglia italiana tipica: chi sono e quanti sono i componenti? Dove abitano? Prova a immaginare la loro casa. Come vivono? Cerca di pensare alle loro abitudini.

9. Il titolo del romanzo di cui stai per leggere un estratto è Io non ho paura. Tu di che cosa avevi paura da bambino? E di che cosa hai paura ancora oggi? Di che cosa invece non hai paura?

Un po' di vocabolario

il camion = autocarro

benestante = abbiente, agiato

il fiatone = fiato grosso, difficoltà di respiro, avanno

le mutande = corti calzoncini portati a contatto della pelle, slip, boxer

la canottiera = maglietta senza maniche e scollata, di lana o di cotone

il bocchino = (qui) cannello di varie forme e materiali in cui si infila la sigaretta da fumare

appollaiato = accovacciato, rannicchiato come un uccello

il ventilatore = strumento usato per far circolare aria e rinfrescare la temperatura di un ambiente

gli occhiali = coppia di lenti con montatura da porsi davanti agli occhi per protezione o per correggere difetti della vista

il rospo = animale anfibio con occhi sporgenti, persona di aspetto sgradevole

la capanna = piccola costruzione spesso in legno

il torrente = corso d'acqua piccolo e breve

la brillantina = cosmetico oleoso e lucido usato per i capelli

scartare = (qui) togliere dalla carta, aprire una confezione regalo

l'astuccio = scatola modellata sull'oggetto da contenere

la montatura = struttura di sostegno di un oggetto

infilarsi = (qui) indossare, mettersi

irrigidire = diventare rigido o più rigido

rachitico = (qui) poco sviluppato, deboluccio

ammutolirsi = diventare silenzioso

valere = essere valido, accettabile

il moscerino = piccolo insetto, (qui) persona minuscola e debole

la sbarra = asta di materiale vario, di solito spessa e resistente

appallottolato = ridotto in forma di piccola palla

il remo = attrezzo usato per dare movimento a imbarcazioni

il soprammobile = oggetto ornamentale posto sopra un mobile

ESPRESSIONI IDIOMATICHE E FRASI FATTE

il braccio di ferro = gara di forza con cui si cerca di piegare il braccio dell'avversario appoggiando il gomito su un piano e stringendosi reciprocamente il palmo della mano

fare le flessioni = (qui) eseguire un esercizio ginnico che consiste nel sollevare da terra il corpo prono con la forza delle sole braccia

"stai senza" = (infinito "star senza") rimanere, restare senza qualcosa

"così impari" = (infinito "imparare") apprendere una lezione, capire e ricordare per il futuro

"chi se ne importa" = (infinito "importarsene") interessare a qualcuno

"non ce la faccio più" = (infinito "farcela") non resistere a, non riuscire a

NOTE CULTURALI

le Nazionali = marca di sigarette italiane

Spiega cosa hanno in comune le parole o le espressioni seguenti.

Esempio: la zanzara, la mosca, il moscerino, la vespa = sono insetti

correre, fare le flessioni, nuotare, sollevare pesi =

gondola, canoa, canotto, piroga =

pipa, sigaro, sigaretta, spinello =

sciampo, balsamo, brillantina, gel =

lettera, foglio di giornale, pezzo di carta, fazzoletto =

mutande, reggiseno, canottiera, boxer =

Con parole tue, prova a spiegare in quali circostanze una persona può compiere le azioni seguenti.

Esempio: ammutolirsi = una persona si ammutolisce a causa di un'emozione molto intensa di gioia o di dolore

infilarsi gli occhiali =

avere il fiatone =

dare un bacio =

scartare un regalo =

guardarsi allo specchio =

stringere i denti =

Nelle seguenti coppie di frasi, manca la stessa parola usata una volta in senso proprio e una volta in senso figurato. Individua la parola e spiega il significato dell'espressione idiomatica in cui questa compare.

a. Lungo il sentiero di montagna, ho visto un _______________________.

b. L'anno scorso mio fratello non ha superato l'esame di maturità e ci è rimasto male, ma ora ha finalmente ingoiato il ________________.

a. La mia migliore amica è molto romantica e crede che un cuore e una ____________________ bastino per dare la felicità.

b. In alcuni paesi dell'Africa molte famiglie non vivono in una casa ma in una _______________.

a. Lungo le sponde del ______________________ ho raccolto dei fiori profumatissimi.

b. Mia suocera è un vero ______________________ di parole.

a. Non dovresti credere a quella notizia scandalistica: secondo me è tutta una ______________.

b. Ho comprato un nuovo paio di occhiali con una bella ___________________ di Dolce e Gabbana.

Per ognuna delle seguenti parti del corpo, indica la forma del plurale, poi spiega dove si trova e a cosa serve.

Esempio: il dente = i denti, si trovano nella bocca e servono a masticare il cibo

il labbro =

la coscia =

la spalla =

l'occhio =

il braccio =

il ginocchio =

la gamba =

la mano =

Il testo

(da Io non ho paura, Torino: Einaudi, 2001)

-È arrivato papà!-ha gridato mia sorella. Ha buttato la bicicletta ed è corsa su per le scale.

Davanti a casa nostra c'era il suo camion, un Lupetto Fiat con il telone verde.

A quel tempo papà faceva il camionista e stava fuori per molte settimane. Prendeva la merce e la portava al Nord.

Aveva promesso che una volta mi ci avrebbe portato pure a me al Nord. Non riuscivo tanto bene a immaginarmi questo Nord. Sapevo che il Nord era ricco e che il Sud era povero. E noi eravamo poveri. Mamma diceva che se papà continuava a lavorare così tanto, presto non saremmo stati più poveri, saremmo stati benestanti. E quindi non dovevamo lamentarci se papà non c'era. Lo faceva per noi.

Sono entrato in casa con il fiatone.

Papà era seduto al tavolo in mutande e canottiera. Aveva davanti una bottiglia di vino rosso e tra le labbra una sigaretta con il bocchino e mia sorella appollaiata su una coscia.

Mamma, di spalle, cucinava. C'era odore di cipolle e salsa di pomodoro. Il televisore, uno scatolone Grundig in bianco e nero che aveva portato papà qualche mese prima, era acceso. Il ventilatore ronzava.

-Michele, dove siete stati tutto il giorno? Vostra madre stava impazzendo. Non pensate a questa povera donna che deve già aspettare il marito e non può aspettare pure voi? Che è successo agli occhiali di tua sorella?

Non era arrabbiato veramente. Quando si arrabbiava veramente gli occhi gli uscivano fuori come ai rospi. Era felice di essere a casa.

Mia sorella mi ha guardato.

-Abbiamo costruito una capanna al torrente,-ho tirato fuori di tasca gli occhiali.-E si sono rotti.

Ha sputato una nuvola di fumo.-Vieni qua. Fammeli vedere.

Papà era un uomo piccolo, magro e nervoso. Quando si sedeva alla guida del camion quasi scompariva dietro il volante. Aveva i capelli neri, tirati con la brillantina. La barba ruvida e bianca sul mento. Odorava di Nazionali e acqua di colonia.

Glieli ho dati.

-Sono da buttare-. Li ha poggiati sul tavolo e ha detto:-Niente più occhiali.

Io e mia sorella ci siamo guardati.

-E come faccio?-ha chiesto Maria preoccupata.

-Stai senza. Così impari.

Mia sorella è rimasta senza parole.

-Non può. Non ci vede,-sono intervenuto io.

-E chi se ne importa.

-Ma ...

-Macché ma-. E ha detto a mamma:-Teresa, dammi quel pacchetto che sta sulla credenza.

Mamma gliel'ha portato. Papà lo ha scartato e ha tirato fuori un astuccio blu, duro e vellutato.

-Tieni.

Maria lo ha aperto e dentro c'era un paio di occhiali con la montatura di plastica marrone.

-Provali.

Maria se li è infilati, ma continuava a carezzare l'astuccio.

Mamma le ha domandato:-Ti piacciono?

-Sì. Molto. La scatola è bellissima,-ed è andata a guardarsi allo specchio.

Papà si è versato un altro bicchiere di vino.

-Se rompi pure questi, la prossima volta ti lascio senza, capito?-Poi mi ha preso per un braccio.-Fammi sentire il muscolo.

Ho piegato il braccio e l'ho irrigidito.

Mi ha stretto il bicipite.-Non mi sembra che sei migliorato. Le fai le flessioni?

-Sì.

Odiavo fare le flessioni. Papà voleva che le facevo perché diceva che ero rachitico.

-Non è vero,-ha detto Maria,-non le fa.

-Ogni tanto le faccio. Quasi sempre.

-Mettiti qua-. Mi sono seduto anch'io sulle sue ginocchia e ho provato a baciarlo.- Non mi baciare, che sei tutto sporco. Se vuoi baciare tuo padre, prima devi lavarti. Teresa, che facciamo, li mandiamo a letto senza cena?

Papà aveva un bel sorriso, i denti bianchi, perfetti. Né io né mia sorella li abbiamo ereditati.

Mamma ha risposto senza neanche voltarsi.

-Sarebbe giusto! Io con questi due non ce la faccio più-. Lei sì che era arrabbiata.

-Facciamo così. Se vogliono cenare e avere il regalo che ho portato, Michele mi deve battere a braccio di ferro. Sennò a letto senza cena.

Ci aveva portato un regalo!

-Tu scherza, scherza...-Mamma era troppo contenta che papà era di nuovo a casa. Quando papà partiva, le faceva male lo stomaco e più passava il tempo e meno parlava. Dopo un mese si ammutoliva del tutto.

-Michele non ti può battere. Non vale,-ha detto Maria.

-Michele, mostra a tua sorella cosa sai fare. E tieni larghe quelle gambe. Se stai tutto storto perdi subito e niente regalo.

Mi sono messo in posizione. Ho stretto i denti e la mano di papà e ho cominciato a spingere. Niente. Non si muoveva.

-Dài! Che c'hai la ricotta al posto dei muscoli? Sei più debole di un moscerino! Tirala fuori questa forza, Cristo di Dio!

Ho mormorato:-Non ce la faccio.

Era come piegare una sbarra di ferro.

-Sei una femmina, Michele. Maria, aiutalo, dài!

Mia sorella è montata sul tavolo e in due, stringendo i denti e respirando dal naso, siamo riusciti a fargli abbassare il braccio.

-Il regalo! Dacci il regalo!-Maria è saltata giù dal tavolo.

Papà ha preso una scatola di cartone, piena di fogli di giornale appallottolati. Dentro c'era il regalo.

-Una barca!-ho detto.

-Non è una barca, è una gondola,-mi ha spiegato papà.

-Che è una gondola?

-Le gondole sono barche veneziane. E si adopera un remo solo.

-Che sono i remi?-ha domandato mia sorella.

-Dei bastoni per muovere la barca.

Era molto bella. Tutta di plastica nera. Con i pezzettini argentati e in fondo un pupazzetto con una maglietta a righe bianche e rosse e il cappello di paglia.

Ma abbiamo scoperto che non la potevamo prendere. Era fatta per essere messa sul televisore. E tra il televisore e la gondola ci doveva stare un centrino di pizzo bianco. Come un laghetto. Non era un giocattolo. Era una cosa preziosa. Un soprammobile.

Ora lavoriamo sul testo

COMPRENSIONE

1. Chi è arrivato? Dove è stato? Per quanto tempo? Per quale ragione?

2. Quali sono le condizioni economiche di questa famiglia?

3. Chi sono i componenti della famiglia presentata in questo testo?

4. Qual è l'umore del padre e perché?

5. Qual è invece lo stato d'animo della madre e perché?

6. Cosa è successo agli occhiali di Maria?

7. Come reagisce il padre vedendoli? Per quale motivo?

8. Cosa trova Maria dentro l'astuccio blu? Quali sono i suoi sentimenti?

9. Di che cosa è preoccupato il padre riguardo a Michele?

10. Quale sfida deve avrontare Michele per avere il regalo?

11. Qual è l'esito della sfida?

12. Di quale regalo si tratta? Descrivilo.

13. Che cosa può essere il "pupazzetto con una maglia a righe bianche e rosse e il cappello di paglia"?

14. Cosa scoprono alla fine i bambini?

ANALISI E INTERPRETAZIONE

1. Quale personaggio racconta la storia? Con quali parole descriveresti la sua prospettiva?

2. In quale stagione si svolge la storia? Da cosa lo si deduce?

3. Come sono descritti il padre e la madre nel brano? Cosa impariamo su di loro?

4. Analizza le azioni del padre e della madre: cosa stanno facendo rispettivamente nella narrazione? Quale ruolo incarna ciascuno di loro?

5. Il padre e la madre si preoccupano per i figli: quali sono le loro diverse preoccupazioni?

6. Michele e Maria sono trattati nello stesso modo dal padre? Giustifica la tua risposta.

7. Per quale ragione il padre proibisce a Michele di baciarlo? Ci potrebbe essere un motivo diverso, secondo te?

8. Come reagisce Michele quando il padre minaccia di lasciare Maria senza occhiali? Che cosa rivela del suo carattere?

9. Cosa riferisce Maria al padre quando questi indaga se Michele fa le flessioni? Quale tratto della personalità di Maria è messo in evidenza?

10. Da quale punto di vista la gondola "era una cosa preziosa"? Secondo te, che tipo di oggetto è questa gondola?

11. In che modo sono costruiti i ruoli maschili e femminili in questo testo? A tuo parere, questi modelli si trovano ancora nella società italiana contemporanea oppure credi che siano cambiati?

12. Scegli un titolo per il brano che hai appena letto e poi confrontalo con quello dei tuoi compagni.

13. In gruppo, recita il dialogo tra Michele e la sua famiglia. Ognuno di voi può scegliere il personaggio da interpretare. Dopo aver imparato la parte (ricorda che non puoi leggere!), inventa con i tuoi compagni un finale originale per la scena.

14. Guarda la resa cinematografica di questa scena e fai una lista delle eventuali diverenze tra il testo e la sua rappresentazione filmica.

Per scrivere

1. Descrivi un episodio particolarmente emblematico della tua vita in famiglia che ha grande rilevanza per te ancora oggi.

2. Che tipo di rapporto avevi con i tuoi genitori e con i tuoi fratelli o sorelle quando eri bambino? Com'è cambiato il vostro rapporto oggi? Scrivi una composizione facendo alcuni precisi esempi per spiegarti meglio.

3. Riscrivi i fatti narrati in questo testo in prima persona dal punto di vista del padre oppure della madre.

4. Immagina di dover dare un seguito a questo testo e scrivi un breve episodio che abbia per protagonisti gli stessi personaggi. Usa la stessa tecnica di scrittura in cui battute di dialogo si alternano a considerazioni o a descrizioni filtrate attraverso il punto di vista del narratore.

Internet

1. Cerca informazioni generali sulle diverenze tra Nord e Sud Italia. Concentrati sugli aspetti storici, economici e sociali che hanno contribuito a crearle e presenta alla classe il tuo lavoro.

2. La gondola è la tipica barca veneziana. Prova a ricostruire l'origine di questa imbarcazione e la sua storia fino ad oggi, poi presentala alla classe.

3. Trova informazioni sugli altri libri di Ammaniti e presenta in classe il riassunto di quello tra di essi che più ti ha incuriosito.

4. Visita il sito ufficiale di Niccolò Ammaniti e poi presenta alla classe le informazioni che hai trovato più interessanti.

(Continues...)



Excerpted from Trame Copyright © 2010 by Yale University. Excerpted by permission.
All rights reserved. No part of this excerpt may be reproduced or reprinted without permission in writing from the publisher.
Excerpts are provided by Dial-A-Book Inc. solely for the personal use of visitors to this web site.

Read More Show Less

Table of Contents

Introduction

Ch. 1 Niccolo Ammaniti, Io non ho paura 1

Ch. 2 Silvia Ballestra, Le seguo da lontano 10

Ch. 3 Alessandro Baricco, Next 15

Ch. 4 Stefano Benni, Il bar di una stazione qualunque 22

Ch. 5 Pino Cacucci, Palle di carta 32

Ch. 6 Andrea Camilleri, La scomparsa della vedova inconsolabile 40

Ch. 7 Gianrico Carofiglio, Testimone inconsapevole 49

Ch. 8 Patrizia Cavalli, Aria pubblica 57

Ch. 9 Carmen Consoli, In viaggio verso Atlantide 64

Ch. 10 Paolo Crepet, I figli non crescono piu 72

Ch. 11 Andrea De Carlo, Giro di vento 80

Ch. 12 Erri De Luca, Naufragi e Valore 87

Ch. 13 Umberto Eco, Il crocifisso, gli usi e i costumi 93

Ch. 14 Marco Tullio Giordana, La meglio gioventu 102

Ch. 15 Francesco Guccini, Si, viaggiare 112

Ch. 16 Pap Khouma, Sposatemi, sono una principessa 119

Ch. 17 Elena Loewenthal, Lo strappo nell'anima 127

Ch. 18 Carlo Lucarelli, C'e un insetto sul vetro 133

Ch. 19 Melania G. Mazzucco, Vita 139

Ch. 20 Massimiliano Melilli, Noi visti da 146

Ch. 21 Alda Merini, O carme, gentile indovino e Manuela cara 154

Ch. 22 Aldo Nove, Storia di Roberta e Storia di Luigi 161

Ch. 23 Francesco Piccolo, Seconda solo a Versailles 169

Ch. 24 Roberto Piumini, La nuova Commedia di Dante 178

Ch. 25 Emilio Rentocchini, La vie en rose e Come l'ha dett quelchdyn, studiand Chopin 185

Ch. 26 Roberto Saviano, Gomorra 192

Ch. 27 Beppe Severgnini, Lo stadio, appunti di gastroenterologia sociale 200

Ch. 28 Susanna Tamaro, Ascolta la mia voce 208

Ch. 29 Patrizia Valduga, Per amore di Dio, amore caro e Dove sono le pere moscatelle? 215

Ch. 30 Sebastiano Vassalli, Il signor B. 221

Ch. 31 Simona Vinci, In viaggio con le scarpe rosse 229

Ch.32 Paolo Virzi, Caterina va in citta 239

Ch. 33 Laila Wadia, Amiche per la pelle 248

Glossario minimo metrico e formale 257

Text Credits 259

Read More Show Less

Customer Reviews

Be the first to write a review
( 0 )
Rating Distribution

5 Star

(0)

4 Star

(0)

3 Star

(0)

2 Star

(0)

1 Star

(0)

Your Rating:

Your Name: Create a Pen Name or

Barnes & Noble.com Review Rules

Our reader reviews allow you to share your comments on titles you liked, or didn't, with others. By submitting an online review, you are representing to Barnes & Noble.com that all information contained in your review is original and accurate in all respects, and that the submission of such content by you and the posting of such content by Barnes & Noble.com does not and will not violate the rights of any third party. Please follow the rules below to help ensure that your review can be posted.

Reviews by Our Customers Under the Age of 13

We highly value and respect everyone's opinion concerning the titles we offer. However, we cannot allow persons under the age of 13 to have accounts at BN.com or to post customer reviews. Please see our Terms of Use for more details.

What to exclude from your review:

Please do not write about reviews, commentary, or information posted on the product page. If you see any errors in the information on the product page, please send us an email.

Reviews should not contain any of the following:

  • - HTML tags, profanity, obscenities, vulgarities, or comments that defame anyone
  • - Time-sensitive information such as tour dates, signings, lectures, etc.
  • - Single-word reviews. Other people will read your review to discover why you liked or didn't like the title. Be descriptive.
  • - Comments focusing on the author or that may ruin the ending for others
  • - Phone numbers, addresses, URLs
  • - Pricing and availability information or alternative ordering information
  • - Advertisements or commercial solicitation

Reminder:

  • - By submitting a review, you grant to Barnes & Noble.com and its sublicensees the royalty-free, perpetual, irrevocable right and license to use the review in accordance with the Barnes & Noble.com Terms of Use.
  • - Barnes & Noble.com reserves the right not to post any review -- particularly those that do not follow the terms and conditions of these Rules. Barnes & Noble.com also reserves the right to remove any review at any time without notice.
  • - See Terms of Use for other conditions and disclaimers.
Search for Products You'd Like to Recommend

Recommend other products that relate to your review. Just search for them below and share!

Create a Pen Name

Your Pen Name is your unique identity on BN.com. It will appear on the reviews you write and other website activities. Your Pen Name cannot be edited, changed or deleted once submitted.

 
Your Pen Name can be any combination of alphanumeric characters (plus - and _), and must be at least two characters long.

Continue Anonymously

    If you find inappropriate content, please report it to Barnes & Noble
    Why is this product inappropriate?
    Comments (optional)