Gli Iperborei Ebrei: Plaidoyer per i Cazari, popolo dimenticato

Gli Iperborei Ebrei: Plaidoyer per i Cazari, popolo dimenticato

by Aldo C. Marturano

NOOK Book(eBook)

$33.13

Available on Compatible NOOK Devices and the free NOOK Apps.
WANT A NOOK?  Explore Now

Overview

Essay from the year 2014 in the subject History Europe - Other Countries - Middle Ages, Early Modern Age, grade: 7, , language: Italian, abstract: Nel 1974 il mio primo suocero, Werner Ramm, mi regalò mentre ero ad Amburgo con moglie e figli un libro di un famoso storico volgarizzatore tedesco, Werner Keller, dal titolo Und werden zerstreut unter alle Völker. L'autore, riferendosi al Deuteronomio, cap. IV, vers. 27 quando il dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe dice ai figli d'Israele: '...e vi spargerò fra le nazioni e rimarrete in pochi fra i pagani...', ne aveva tratto il titolo per una storia del fenomeno ebraico detto Diaspora (ebr. Galut) nel cui ambito erano nate le comunità fuori dalla Terra d'Israele che avevano poi contribuito alla storia universale tutta speciale di questo popolo. Successivamente in una Festa dell'Unità, nel padiglione della libreria, l'amico e compagno di partito, l'editore Nicola Teti, presentava i primi volumi della monumentale Storia Universale dell'Accademia delle Scienze dell'URSS tradotta in italiano che rappresentava un'opera davvero pionieristica per un'Italia uscente dalla sua provincialità fascista, avendo da qualche decennio, nel 1953, già plaudito alla messa al bando dell'indecente Index Librorum Prohibitorum della Chiesa Cattolica. L'intrusione cattolico-fascista nella diffusione del sapere continuava comunque ad imperversare e contribuiva (lo fa tuttora con l'autocensura indotta nell'editoria italiana e con i cattolici inseriti a tutti i livelli del sapere nazionale) all'ignoranza della storia della mia generazione (1938) imponendo una filtrazione illecita su quanto si stampava per i testi scolastici e scientifici specialmente se provenissero dai paesi detti dell'Est (Feltrinelli docet!). Così scelsi il periodo che più m'interessava e comprai (a rate) il III volume sul Medioevo. Sfogliandolo a casa, ad un certo punto incollata fra le pagine fuori testo c'era una bella e colorata carta geografica dell'Europa Orientale con i popoli e gli stati fra il IX e il X sec. d.C. e fra il Volga e il Mare d'Azov compariva una strana didascalia: Khaganato Ciassaride! E chi erano i Ciassaridi? Mistero! Nel testo lo stato non si trovava e al contrario si parlava di Càzari. Insomma fra gli errori di stampa il Kaghanato Ciassaride altro non era che il Kaghanato Càzaro e allorché in seguito seppi della lettera del kaghan càzaro Giuseppe a Hasdai ibn-Shaprut, ne fui talmente incuriosito che decisi di approfondire l'argomento nei miei viaggi alla ricerca nelle librerie sovietiche di lavori sui Càzari.

Aldo C. MARTURANO Cittadino vignatese, nato a Taranto, ha concluso i suoi studi Universitari ad Amburgo, in Germania. Giramondo, poliglotta (parla e scrive correntemente russo, inglese, tedesco, francese, spagnolo, ungherese e altre ancora) e curioso, ha cominciato i suoi studi di storia russa a Mosca all'Istituto Pusc'kin dove ha frequentato un corso di Lingua Russa per stranieri. Dopo il primo libro ciclostilato 'Lettura e crisi capitalistica della stampa, 1976-1977', il suo primo lavoro pubblicato è 'Olga la russa', dedicato alla sua seconda moglie russa, ha deciso di dedicarsi a questa parte di storia europea, ahimè, ignorata dall'editoria italiana, e ha cominciato a pubblicare molti articoli sulle topiche del Medioevo Russo su Internet. Con vari editori ha pubblicato i seguenti libri: 'Andrea deve morire', 'L'ultimo amore di Novgorod' (un romanzo storico), 'L'ombra dei tartari' (un libro per i ragazzi ovvero la saga di Alessandro Nevskii), 'La badessa delle paludi' (encomiato da S.S. Filarete, Esarca della Bielorussia), 'Cristo e la mafia dei rus' ', 'Mescekh il paese degli ebrei dimenticati', 'Storie di cavalieri e di lituani', 'Pian delle beccacce' (elogiato da S.S. Alessio II, defunto Patriarca di tutta la Russia), 'È caduta la repubblica', 'È tramontato un sole sulla terra russa', 'Rasdrablenie', 'Vita di Smierd', 'Mai piu' una quarta Roma' (dedicato al prossimo anniversario dello stato russo del 2012), 'Il cavaliere russo', 'L'oro di Novgorod', 'Arcivescovi o mercanti', 'Quella campana non suonerà più', 'Introduzione al paganesimo russo','Nell'anno 6494', e per i tipi polacchi di TRIGLAV di Volin (Polonia) 'Slowanska Rus, Poganstwo i Kobiety','I Signori del grande fiume'. Il suo primo e.book è 'Storia e cucina nel Medioevo Russo' a cui sono seguiti con GRIN Verlag 'Scorrono le acque dell'Itil...', 'La Rus di Kiev fra mafie e colpi di stato'. I suoi libri sono in vendita presso le maggiori librerie e su IBS, AMAZON.IT e altre librerie. Il suo sito preferito è www.mondimedievali.net Il suo blog è presso www.glocaluniversitynetwork.eu

Product Details

ISBN-13: 9783656606031
Publisher: GRIN Verlag GmbH
Publication date: 01/01/2014
Sold by: CIANDO
Format: NOOK Book
Pages: 70
File size: 3 MB

Customer Reviews

Most Helpful Customer Reviews

See All Customer Reviews